Pannelli Solari

Pannelli Solari Organici: Celle Fotovoltaiche DSSC

Sono attualmente in fase di studio le celle solari organiche, o DSSC (Dye Sensitized Solar Cell).

Che cosa sono i pannelli fotovoltaici organici?

Cella DSSC: cella di Graetzel per pannelli fotovoltaici organici

Cella DSSC (o cella di Graetzel) *

I pannelli solari organici (o pannelli solari naturali) sono pannelli formati da celle fotovoltaiche, in grado di produrre energia elettrica sfruttando un principio simile a quello della fotosintesi clorofilliana.

Queste celle organiche vengono anche chiamate celle di Grätzel (o Graetzel), o celle fotoelettrochimiche, celle DSSc o DSC (dall’inglese dye-sensitized solar cell).

La tecnologia DSC ha bassissimi costi di produzione, si basa sul principio di funzionamento della fotosintesi clorofilliana e si differenzia quindi moltissimo dalla tecnologia basata sul silicio, e avrebbe costi inferiori anche ai moduli cadmio-tellurio CdTe e grandi potenzialità applicative.


Tali celle organiche per realizzare dei pannelli solari naturali al posto del silicio utilizzano, sulla base del processo della fotosintesi clorofilliana, dei vegetali (pigmenti) della frutta. Ad esempio si utilizzano pigmenti di mirtilli.

In Italia, la sinergia tra l’Università di Tor Vergata di Roma e la Regione Lazio ha permesso di far nascere un Polo sperimentale all’avanguardia nella produzione dei pannelli naturali: si tratta del Polo Solare Organico della Regione Lazio (CHOSE da Center for Hybrid and Organic Solar Energy).

Queste celle organiche sono nate nel 1991. Inizialmente erano state concepite per mimare il processo di fotosintesi. Un film di ossido di titanio, sensibilizzato da un colorante o pigmento, agisce da materiale assorbente luce. Questo tipo di cella permette un uso più flessibile dei materiali e la tecnologia di produzione è molto conveniente. Tuttavia, i coloranti usati in queste celle soffrono problemi di degrado se esposti al calore o alla luce ultravioletta, ma nonostante questo problema è una tecnologia emergente con un impatto commerciale previsto entro 10-15 anni.

———- * Fonte immagine: http://www.chose.uniroma2.it/research/celle-organiche-ibride-dssc/celle-fotovoltaiche-organiche.html